OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA
la-guerra-di-piero_57la-guerra-di-piero_57
july-fields_320july-fields_320
nel-bosco-delle-favole_898nel-bosco-delle-favole_898
sunset-gateway_58sunset-gateway_58

Balle di Comino

“L’ estate la campagna appare sempre così ordinata . Pulita , rassettata, raccolta in gomitoli di fieno. Certo un lavoro da formica, raccogliere l’abbondanza di raccolto, per l inverno . Nutrire il fienile per mantenere il bestiame . Mantenere il gusto per mesi, mantenere l essenza ed il nutrimento per mesi. Un’ attenzione scrupolosa , durata un anno, dalla semina al raccolto , il primo, il secondo, il terzo . Una volta erano fasci, spesso trasportate sulle teste, poi le balle rettangolari che hanno sancito l avvento dei mezzi moderni , ed ora i balloni, che con un ordine proprio testimoniano il lavoro e la smania Dell ordine, attitudine di chi vive di agricoltura. Già, perché l agricoltore è allenato al bello : il giusto spazio di semina, lo spazio vitale per le piante, le siepi spontanee curate, per non intralciare il lavoro, ma non tolte perché ospitano i colleghi ( uccelli, insetti …) , essenziali per il continuo della vita. Puliscono i fossi per far defluire l acqua e indirizzarla dove necessita, rigirano il terreno, riseminano, tagliano, sistemano e raccolgono,ogni volta. C’è tanto lavoro dietro quello che si vede, mantenere un paesaggio è lo sforzo di chi vive di quei campi. Un lavoro impercettibile ma che ci regala emozioni alla vista.”